ARTE

“You are the world” la colossale opera di Lorenzo Quinn per il Lago d’Iseo

Camminare ancora sul Lago d’Iseo. Dopo le Floating Piers di Christo del 2016, che ci aveva consentito di camminare sulle acque del lago lombardo, arriverà, la data non è stata resa ancora nota, Lorenzo Quinn. L’artista contemporaneo, che forse al compianto Christo scomparso lo scorso anno, un po’ si ispira, porterà infatti le sue colossali mani e braccia che da sempre contraddistinguono i suoi lavori.

You are the world, tu sei il mondo, questo il titolo dell’opera dello scultore italiano, è infatti braccia forti che sorreggono la Terra, sotto le quali sarà montana una grande passerella che consentirà ai visitatori non solo di fruire dell’opera, ma di attraversare ancora una volta il lago.

Per ora si tratta soltanto di un rendering che l’artista ha pubblicato sui suoi canali social, e immediatamente ripreso dalla stampa locale: da Il Giornale di Brescia a Bresciaoggi, passando per Today Brescia tutti sono impazziti alla notizie di una nuova colossale installazione a cinque anni da quella che fu visitata da oltre 1,5 milioni di persone.

Nel 2019 l’artista ha realizzato un’altra opera monumentale, Building Bridges, all’ingresso dell’Arsenale in occasione del 58esima Biennale di Venezia, e già da diverso tempo si parlava della possibilità di questo progetto. Adesso non soltanto l’artista svela come potrebbe essere, ma anche le autorità locali hanno postato sui propri canali social il rendering.

La passerella dovrebbe essere montata dinanzi alle palafitte di Sulzano (Brescia), e il progetto dovrebbe essere sponsorizzato attraverso una raccolta fondi. Un’operazione non a breve termine insomma, che potrebbe arrivare dopo il 2021, e sarebbe uno straordinario modo per festeggiare il definitivo superamento di questa pandemia che ci ha lasciati affamati di arte e bellezza.

Qui il link del progetto:

https://www.facebook.com/440434082670684/videos/3591798894200838

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *