EVENTI E MOSTRE

Visita virtuale alle Terme di Caracalla per il Natale di Roma

Qualche giorno fa vi avevo già parlato di come le Terme di Caracalla, a Roma, si sono illuminate del nostro tricolore, in segno di solidarietà per la terribile pandemia che ha duramente colpito anche il nostro Paese. Oggi ve ne parlo per un’iniziativa che farà la gioia degli amanti dell’archeologia e dell’arte, costretti in queste settimane a casa per la quarantena.

La Soprintendenza Speciale di Roma aderisce infatti alla campagna La cultura non si ferma, promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, offrendo ai propri cyber visitatori la possibilità di intraprendere on-line una visita virtuale.

L’occasione è quella del Natale di Roma. Secondo lo storico latino Varrone, Romolo avrebbe fondato la città eterna il 21 aprile del 753 a.C.

«Questo video dedicato a uno dei più importanti e maestosi complessi termali di età imperiale, è il nostro contributo per celebrare il 2.773° natale di Roma – spiega Daniela Porro, Soprintendente Speciale di Roma – i contenuti che ogni giorno pubblichiamo sul nostro sito e sulle pagine Facebook e Instagram della Soprintendenza, sono un modo per restare insieme e divertirvi, facendovi cogliere da vicino dettagli che, in tempi normali, possono sfuggire».

Terme di Caracalla, palestra – ricostruzione 3D con Toro Farnese

Guida d’eccezione, in questa passeggiata virtuale tra le imponenti rovine delle maestose Terme di Caracalla, sarà Marina Piramonte, direttore del Complesso, che condurrà gli internauti attraverso le palestre (bellissima quella Occidentale, in cui c’era il Toro Farnese oggi custodito al Museo Archeologico di Napoli), i frigidarium e i calidarium, gli spettacolari mosaici fino alla natatio, la piscina più grande di questo complesso, rappresentano un vero capolavoro dell’architettura dell’antichità. Il tutto sarà naturalmente arricchito di ricostruzioni 3D che aiuteranno lo spettatore ad avere un’idea di come doveva apparire questo complesso ai tempi dei romani.

Terme di Caracalla, natatio – ricostruzione 3D

Le Terme oggi sono l’incontro tra archeologia e arte contemporanea: da Michelangelo Pistoletto a Mauro Staccioli, da Antonio Biasiucci a Fabrizio Plessi passando per Alvin Curran.

Il video offrirà anche la possibilità di scoprire i sotterranei del Complesso, vero cuore tecnologico che consentiva ai vari ambienti di funzionare, e il mitreo, il più grande conservato dell’Impero Romano.

Terme di Caracalla, sotterranei

Se nel frattempo volete ripercorrere la storia di queste spettacolari terme, vi lascio il LINK qui del mio articolo.

L’appuntamento con il video celebrativo è invece fissato per domani, 21 aprile, su canale ufficiale YouTube del Mibact alle ore 10.00: «Speriamo così – chiude la Porro – anche di invogliarvi a tornare nei nostri luoghi della cultura appena sarà di nuovo possibile».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *