EVENTI E MOSTRE

Visita interattiva per la mostra “Monet e gli Impressionisti”

Nell’ultimo anno il coronavirus ha spinto il mondo della cultura a porsi delle domande e a chiedersi in che modo l’arte può essere fruita anche a distanza, per chi è diversamente abile, o anche a porte chiuse. Se il Mibact vede in It’s Art la risposta, i musei già da tempo invece hanno puntato sulle piattaforme social: YouTube innanzitutto, ma anche dirette instagram e inaugurazioni su facebook.

È con questo spirito che Arthemisia, gruppo leader nella produzione di mostre nel mondo, guarda al futuro, e continua a proporre al pubblico le sue mostre sotto una forma completamente nuova e innovativa: le visite guidate on-line in diretta.

Non dei semplici video gratuiti con velleità documentaristiche, ma un modo interattivo che coinvolge il pubblico in maniera attiva così da restituire l’emozione di una visita guidata vera e propria.

Nasce così il format Art.Live! che propone ad un prezzo decisamente popolare (appena 5€) una esclusiva visita guidata per la mostra Monet e gli Impressionisti, allestita a Palazzo Albergati a Bologna.

Un format sperimentato durante le passate festività natalizie e che, con grande sorpresa, ha riscosso molto successo, vendendo 3.000 biglietti in pochi giorni, con tanti collegamenti dagli USA, dalla Francia, dal Canada, dal Portogallo.

Cerimoniere d’eccezione, il divulgatore Sergio Gaddi, con cui il pubblico può interagire e fare domande.

Prossimi appuntamenti il 24 e il 31 gennaio alle ore 18.00 con Monet e i 57 capolavori del maestro dell’impressionismo e dei suoi contemporanei.

«Sono molto orgogliosa di questo progetto. – dice in merito Iole Siena, Presidente del Gruppo Arthemisia – Ho osservato le tante cose offerte da Internet in questo periodo, ma non mi convincevano, mancava qualcosa. La gratuità e l’accesso libero sminuiscono il valore dell’offerta, che peraltro è talvolta autoreferenziale e noiosa. Ho voluto sperimentare le visite in diretta senza aver nessun riferimento perché nessuno lo ha fatto prima di noi, e sono rimasta colpita dal seguito che abbiamo avuto. E la cosa che più mi piace di questo nuovo progetto, è che non finirà con il Covid, ma anzi si svilupperà sempre di più allargando il bacino di utenza delle mostre. La visita in diretta online non è un sostituto della visita “vera”, ma consente a tutti di vedere quelle mostre che non si potranno visitare per i motivi più diversi. Vedo del grande potenziale in questo progetto, e il mio obiettivo è di far visitare in questo modo tutte le mostre del mondo».

Per maggiori informazioni

www.arthemisia.it

www.palazzoalbergati.com

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *