EVENTI E MOSTRE

“Ojos que no ven corazón que no siente”, viaggio nel mondo di Frida Kahlo a Napoli

Il mese di Maggio a Napoli è da sempre sinonimo di cultura e arte. Non deve essere un caso che la mostra FRIDA KAHLO Ojos que no ven corazón que no siente parta adesso. Da ieri, lunedì 3 maggio, a Palazzo delle Arti di Napoli sarà possibile immergersi nel mondo della pittrice messicana grazie a questa esposizione esperienziale, che viene proposta a Napoli per la prima volta in Europa.

Al PAN i visitatori ritroveranno un percorso che li condurrà, attraverso uno sguardo intimo e privato a conoscere meglio l’artista più conosciuta e amata del Messico, grazie ad una esclusiva quanto unica selezione di fotografie e lettere della Kahlo.

Frida è uno straordinario esempio di voglia di vincere, che ha saputo trasformare una difficile condizione fisica in una vera opportunità e la sua sofferenza in uno straordinario momento di forza.

Il percorso di visita indaga i momenti più importanti della vita dell’artista: dall’infanzia ai momenti di ribellione giovanili, quando Frida amava trasgredire vestendosi da uomo, passando per l’incontro con l’amore della sua vita, il pittore Diego Rivera, fino alla sfortunata morte.

Nelle lettere autografe di Frida, sarà invece possibile ritrovare la sua storia, la sua arte, le sofferenze d’amore ma anche l’impegno politico per il suo Paese. Persino la calligrafia della Kahlo è contrastante e, come le sue opere, rifletteva i suoi stati d’animo.

Molto interessante è la ricostruzione degli ambienti che hanno segnato la vita dell’artista e hanno visto la luce di tanti capolavori immortali come gli innumerevoli autoritratti di Frida. Tra gli ambienti proposti la camera da letto e lo studio di Casa Azul, ma anche spazi in cui nacque, crebbe e si formò il suo spirito indomabile, arricchito da abiti e monili, che rendono più viva e vicina questa straordinaria figura.

Prodotta da Next Exhibition, con il patrocinio dell’Ambasciata del Messico e del Consolato del Messico a Napoli, vede la collaborazione con l’Assessorato all’Istruzione Cultura e Turismo del Comune di Napoli, è organizzata da Alta Classe Lab e curata da Alejandra Lopez, che per dieci anni ha coordinato la registrazione delle collezioni di Frida a Casa Azul, e in merito ha detto: «“La mostra è una selezione visiva di momenti importanti nella vita di Frida Kahlo. É molto stimolante apprezzare le diverse fasi della sua vita, rivelando informazioni sulla sua cura personale, sull’intimità di incontri amichevoli, catturati magistralmente da famosi fotografi, nonché su momenti iconici nella storia del Messico e del mondo, come il ricevimento nel Porto di Tampico del rifugiato politico León Trotsky, dove era presente Frida».

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *