Le Trappole della Vita, seconda stagione per la prima audio-fiction italiana

Ne avevo parlato con piacere qui qualche tempo fa, Le Trappole della Vita, audio-fiction da ascoltare come un podcast, è giunta alla seconda stagione. Si tratta della prima audio-fiction originale italiana, e secondo me rappresenta un connubio tra il passato e la tradizione del nostro Paese e il futuro, rappresentando un prodotto a metà strada tra l’originario radiodramma e il contemporaneo podcast.

La seconda stagione si apre con un colpo di scena: la rivelazione del segreto di Marcella dell’esistenza della figlia a Vittorio che, sconvolto e destabilizzato, le nega il suo aiuto. Nonostante tutto però la donna è pronta a qualsiasi cosa pur di ritrovare la ragazza. Nel frattempo Sofia decide di accettare l’invito a cena di Marco Colombo e tra i due sembra riaccendersi la passione.

Una seconda stagione ricca di altri segreti, e di trappole nelle quali i protagonisti restano coinvolti e dalle quali in qualche modo tentano di liberarsi. Tra sorprese e colpi di scena ritroviamo numerosi altri personaggi a fare da contorno alle storie principali.

Della fiction è stato pubblicato anche l’omonimo romanzo, pubblicato per Sperling & Kupfer da Mondadori.

Con le voci, tra gli altri, di Maura Marenghi e Andrea De Nisco, in questa produzione, a differenza di racconti e audio-libri, vengono ricreate delle “scene sonore” che permettono all’ascoltatore di vivere una reale esperienza acustica immersiva. Il risultato è tangibile. Un piccolo suggerimento: meglio ascoltare l’audio-fiction in cuffia o con auricolari stereo così da apprezzarne il suono tridimensionale, benché il livello di realismo è senza dubbio mantenuto anche nella riproduzione con casse acustiche.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.