EVENTI E MOSTRE

Le Signore dell’Arte: dal 5 febbraio a Palazzo Reale di Milano

Spesso parliamo della storia dell’arte come di un mondo fatto di soli uomini: Leonardo, Tiziano, Caravaggio solo per citarne alcuni di molti altri. Eppure tante sono state le donne che hanno lasciato il segno con le proprie opere e le proprie storie. Una mostra a Milano dal prossimo 5 febbraio prova finalmente a rendere giustizia all’immenso universo femminile troppe volte messo in ombra da un mondo di uomini. Si intitola Le Signore dell’Arte e sarà ospitata a Palazzo Reale di Milano.

Uno straordinario spaccato di artiste vissute tra il ‘500 e il ‘600 che, al pari degli uomini, hanno trattato con la stessa forza e altrettanto coraggio i temi cari alla committenza del tempo: da Artemisia Gentileschi a Sofonisba Anguissola, da Lavinia Fontana a Elisabetta Sirani, da Fede Galizia a Giovanna Garzoni passando per molte altre, sono tanti i nomi che compongono questa attesissima esposizione.

La mostra è promossa dal Comune di Milano-Cultura e realizzata all’interno delle bellissime sale di Palazzo Reale dal prestigioso Gruppo Arthemisia. L’esposizione rientra nel programma I Talenti delle Donne, promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano, dedicato all’universo delle donne, focalizzando l’attenzione fino ad aprile 2021, sulle opere delle donne, e sulle le loro priorità e le loro capacità.

Storie di donne tra ‘500 e ‘600 è questo il sottotitolo della grande mostra d’arte, che racconta la vita di 34 artiste attraverso 150 opere, mostrando la straordinaria modernità e contemporaneità di queste donne che hanno anticipato il loro e qualche volta anche il nostro tempo.

Le Signore dell’Arte è riuscita nell’impresa di esporre dipinti mai visti prima altrove, come la Pala della Madonna dell’Itria di Sofonisba Anguissola, realizzata a Paternò in Sicilia, nel 1578, e mai uscita dall’isola prima d’ora, così come la pala di Rosalia Novelli, la Madonna Immacolata e san Francesco Borgia, unica opera certa dell’artista, del 1663, della Chiesa del Gesù di Casa Professa. Ma c’è anche il Matrimonio mistico di Santa Caterina di Lucrezia Quistelli del 1576, della parrocchiale di Silvano Pietra presso Pavia.

Tanti i musei prestatori, ben 67, tra cui anche il nostro Museo di Capodimonte a Napoli, la Pinacoteca di Brera, il Castello Sforzesco, la Galleria Nazionale dell’Umbria e la Galleria Borghese insieme a tanti altri.

Le Signore dell’Arte vede la curatela di Anna Maria Bava, Gioia Mori e Alain Tapié. Main sponsor la Fondazione Bracco, con la partecipazione speciale di Ricola. Consigliata da Sky Arte, avrà un catalogo edito da Skira.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *