MUSEI

L’Archeologico di Napoli riapre il 2 giugno con tante novità

Etruschi al MANN

È ufficialmente cominciato il countdown del Museo Archeologico Nazionale di Napoli che, dopo la chiusura forzata per il coronavirus, è finalmente pronto a riaprire le sue porte al pubblico. Emblematica la data scelta Direttore Paolo Giulierini (l’intervista QUI), il 2 giugno, Festa della Repubblica, che si trasforma così in una Festa dell’Arte.

Tante le novità che aspettano i visitatori, a cominciare da Etruschi al MANN (dal 12 giugno), mostra la cui durata è stata riprogrammata insieme ad una ricchissima offerta che comprende alcune delle mostre già in essere, tra cui Thalassa, meraviglie sommerse dal Mediterraneo, in proroga sino al 21 giugno, Lascaux 3.0, visitabile fino al 2 luglio, Capire il cambiamento climatico, in calendario sino al 31 agosto.

mostra Lascaux 3.0

Massima attenzione alla sicurezza del visitatore. Cambiano infatti le modalità di accesso all’interno del museo, che contempla la prenotazione obbligatoria, che potrà essere effettuata a partire dal 29 maggio, attraverso i siti internet www.museoarcheologiconapoli.it e www.coopculture.it: il visitatore avrà così modo di selezionare la data e la fascia oraria di preferenza, e scegliere tre diverse tipologie di percorso: percorso classico (Collezione Farnese, Mosaici e Gabinetto Segreto, Collezione Oggetti della vita quotidiana nelle città vesuviane, Tempio di Iside e Sale degli Affreschi); nuove collezioni (Sezione Egizia ed Epigrafica, Magna Grecia, Preistoria e Protostoria); mostre temporanee.

Qualora vi fosse disponibilità, il visitatore potrà, naturalmente, sommare tutte e tre le opzioni del tour museale.

allestimento mostra Thalassa

Il biglietto sarà esclusivamente digitale (con dispiacere forse di chi, come me, ama collezionarli). All’interno verrà rilevata la temperatura che non deve essere superiore ai 37.5°. Lungo il percorso i visitatori troveranno anche nuovi pannelli illustrativi e postazioni con gel disinfettante.

Straordinaria l’ottica imprenditoriale del MANN, che abbassa i prezzi dei biglietti fino al 31 dicembre, per incentivare i visitatori a visitare questo straordinario tempio dell’archeologia: biglietto intero- 8 euro; biglietto due adulti over 25 anni: 12 euro; biglietto ridotto: 4 euro; biglietto per cittadini UE dai 18 ai 25 anni non compiuti: 2 euro (e nessun costo aggiuntivo per la prenotazione obbligatoria).

affresco di Ercole e Onfale

Ma queste non solo le uniche novità. All’interno dell’Archeologico infatti sono stati necessari alcuni spostamenti che hanno interessato la Sala degli Affreschi pompeiani, da collocare nella futura sala della Scultura campana al piano terra. Questi spostamenti hanno portato ad una degna sostituzione che, dai depositi, ha fatto sì che fossero tirati fuori tre affreschi da Ercolano: nella sala 68 due con prospetti architettonici e un altro con il mito Fedra e Ippolito. Per la sala 78, invece, sono stati scelti sei “ritratti”, con espressivi volti di giovani e donne, nonché i busti di Ercole e di Ercole e Onfale, particolarmente interessanti dal punto di vista stilistico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *