ARTE

La storia della Maternità di Roberto Ferruzzi

È probabilmente una delle raffigurazioni della Madonna più famose al mondo. Sfido chiunque a non averne mai vista una nel proprio istituto scolastico, da bambino (soprattutto negli anni ’80 e ’90) o in un ospedale. Ma in pochi sanno che non si tratta di una Madonna col bambino, come tutti erroneamente credono, ma di una Maternità.

Maternità (1897 circa), Roberto Ferruzzi

L’artista è Roberto Ferruzzi, nato a Sebenico, in Croazia, nel 1854. L’autore espose quest’opera nella Sala F del Padiglione Italia della seconda edizione dell’Esposizione Internazionale d’Arte della Città di Venezia del 1897 con il titolo di Madonnina. È da questo momento che per tutti sarà proprio la raffigurazione di una Madonna col bambino.

Protagonista dell’opera è in realtà Angelina Cian, veneziana, di appena 11 anni mentre teneva tra le braccia il fratellino Giovanni.

La ragazza, o forse dovremmo dire la bambina, è raffigurata di profilo, con lo sguardo rivolto alla destra di chi guarda, come assorta in un pensiero, mentre il bimbo dorme placidamente sul suo petto. Uno dei nomi con cui è conosciuta l’opera è proprio quello di Madonna del Riposo.

Vista la grande fama che il dipinto acquisì, l’opera sarebbe stata acquistata da John George Alexander Leishman, mecenate e diplomatico francese che, pare, non ne acquisì anche il diritto d’autore.

Questo spiegherebbe anche la stragrande produzione di riproduzioni e santini diffusissimi soprattutto al Sud Italia.

L’immagine infatti ha subito diverse manipolazioni e riproduzioni in formati diversi, mutando dall’originario aspetto verticale ad un orizzontale che inquadrerebbe i due soggetti in un panorama più contestualizzato.

L’opera è stata acquisita nel 1935 anche dai Fratelli Alinari, che ne realizzarono uno scatto, molto diffuso, che probabilmente negli anni è stato più volte manipolato.

Sul sito ufficiale del noto Archivio Fotografico Fiorentino, si leggono anche altri diversi nomi con cui quest’opera è conosciuta: Madonna delle Vie, Madonna della Tenerezza, Madonnella, Zingarella. Ignota la collocazione che riporta un semplice Collezione Privata, forse, si ipotizza, negli Stati Uniti, in Pennsylvania.

Secondo alcuni discendenti dello stesso Ferruzzi, forse, l’opera originale è andata perduta proprio in una traversata dell’Atlantico Europa-Stati Uniti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *