EVENTI E MOSTRE

La scultura da Donatello a Michelangelo, al Castello Sforzesco di Milano

Si intitola Il Corpo e l’Anima, da Donatello a Michelangelo. Scultura italiana del Rinascimento ed è la mostra che parte da oggi, 21 luglio, al Castello Sforzesco di Milano fino al prossimo 24 ottobre.

Un’esposizione in collaborazione con il Louvre di Parigi dedicata a quella parte di scultura che, al pari di quella classica, si è imposta ed ha contribuito a rendere grande l’Arte italiana agli occhi del mondo.

Ma non sarà soltanto un percorso di sole sculture. La statuaria infatti qui dialoga perfettamente con le altre arti da cui è ispirata e che ha ispirato: pittura, disegni, oggetti d’arte per un itinerario di visita che va dal 1460 al 1520 circa.

Quattro le sezioni (Guardando gli antichi, il furore e la grazia, l’arte sacra: commuovere e convincere, da Dioniso ad Apollo e Roma Caput Mundi) che si conclude simbolicamente con la Pietà di Rondanini di Michelangelo, custodita proprio all’interno del Castello Sforzesco, e considerata da molti il testamento artistico dell’autore cui si dedicò fino alla sua morte nel 1564.

120 opere provenienti dai musei di tutto il mondo che annoverano artisti come Leonardo, Michelangelo, Bramante, Donatello.

L’esposizione si propone innanzitutto di raccontare le tematiche che hanno ispirato la scultura italiana tra il Quattrocento fino ad arrivare all’apoteosi del Rinascimento attraverso uno dei suoi più grandi protagonisti, Michelangelo.

Dalle pagine dell’ANSA, Claudio Salsi, direttore del Castello Sforzesco ha detto: «Non è una semplice collaborazione – in merito alla collaborazione con il Louvre – ma un progetto di ricerca che è durato anni. Questa esperienza non è consueta nei musei. È una mostra che credo sia abbastanza irripetibile».

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *