La nuova sede di Gallerie d’Italia a Napoli

È stato inaugurato ieri a Napoli la nuova sede di Gallerie d’Italia. Il prestigioso istituto museale di Intesa Sanpaolo abbandona la storica residenza di Palazzo Zevallos per spostarsi di circa 100 metri.

Ad ospitare collezioni permanenti ed eventi temporanei sarà da oggi il Palazzo del Banco di Napoli in Via Toledo 177.

Progettato da Marcello Piacentini negli anni ’30 del Novecento, il Palazzo, già sede centrale dello stesso Banco di Napoli, si presenta oggi completamente ristrutturato per rispondere ai nuovi bisogni museali nazionali ed internazionali, proseguendo e andando ad arricchire l’offerta culturale che l’ormai dismesso Palazzo Zevallos Stigliano ha ricoperto dal ’99 al 2022.

Tra gli eventi che aprono la stagione espositiva La Fragilità e la Forza, dal 21 maggio al 25 settembre 2022, nell’ambito della XIX edizione di Restituzioni, programma biennale di salvaguardia e valorizzazione del patrimonio artistico nazionale che Intesa Sanpaolo conduce da oltre trent’anni in collaborazione con il Ministero della Cultura.

La curatela scientifica di questo evento è di Carlo Bertelli, Giorgio Bonsanti e, da questa edizione, Carla Di Francesco, che portano nelle nuove sale del palazzo 200 manufatti, selezionati dal comitato scientifico e Intesa Sanpaolo insieme ad altri 54 enti ministeriali preposti alla tutela.

Triplicata la superficie espositiva della sede napoletana delle Gallerie d’Italia: 10.000 metri quadri di itinerari d’arte inediti e nuove sale espositive che vanno ad affiancarsi ad opere e collezioni note e amate, tra cui dipinti e sculture di scuola napoletana e meridionale dal XVII al XX secolo, passando per il capolavoro di Caravaggio, il Martirio di Sant’Orsola, ultima opera realizzata dall’artista lombardo prima di morire. Grande novità la sezione archeologica, che va ad esporre straordinarie ceramiche attiche e magnogreche, fino ad arrivare all’arte moderna e contemporanea.

Tra i presenti alla conferenza stampa di ieri, Paolo Giulierini, direttore del MANN, Dario Franceschini, Ministro della Cultura, Gaetano Manfredi, Sindaco di Napoli, e Giovanni Bozoli, Presidente emerito Intesa Sanpaolo che auspica con questa nuova sede un ampliamento delle collaborazioni tra prestigiosi enti territoriali, tra cui Museo di Capodimonte e Museo Archeologico Nazionale di Napoli.

Al pari degli omologhi di Milano, adesso Torino e Vicenza, anche la sede napoletana di Gallerie d’Italia si proietta, con questa nuova sede, tra i grandi musei di livello europeo, che vede tra i servizi offerti una biblioteca a disposizione del pubblico.

Oggi e domani c’è uno straordinario ingresso gratuito, affinché tutti possano ammirare queste nuove sale. L’ingresso invece è sempre gratuito per i clienti Intesa Sanpaolo che, alla biglietteria, possono mostrare l’APP installata sul proprio smartphone o una carta Intesa Sanpaolo.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.