TELEVISIONE

Il Commissario Ricciardi: dove è stata girata la serie rai ambientata a Napoli

Con Il Commissario Ricciardi, nuova serie RAI tratta dall’omonima saga letteraria di Maurizio de Giovanni, abbiamo ammirato una Napoli inedita. Non solo per le tinte noir che hanno ammantato la città di mistero, ma per l’ambientazione, gli anni ’30, che ci ha fedelmente portato nel pieno trentennio fascista. Abiti vintage, acconciature d’altri tempi, auto d’epoca. Sono questi i tre elementi con cui Alessandro D’Alatri ci ha condotto in questo viaggio, guidando noi e un fascinoso Lino Guanciale per le strade della città e i suoi oscuri delitti.

Una fiction che, come Mina Settembre, ci consente di visitare luoghi di Napoli. Qui il baricentro della storia è decisamente spostato verso Piazza del Plebiscito. È qui infatti che si trova la Regia Questura di Napoli del Commissario Ricciardi che altro non è che la Prefettura.

Il grande protagonista della serata però è stato lui, il Teatro San Carlo, dove è avvenuto l’efferato omicidio di Arnaldo Vezzi, noto tenore e amico del Duce. Nel foyer, nei camerini, nei palchi fino a giù in platea. Il Teatro San Carlo si mostra in tutto il suo splendore, in una rappresentazione di Cavalleria Rusticana e I Pagliacci.

La Chiesa dove il commissario incontra il parroco interpretato da Peppe Servillo è invece la Chiesa di San Ferdinando in Piazza Trieste e Trento. Ben visibile la tela su San Ferdinando di Giuseppe Maldarelli, in una delle scene, così come l’esterno più volte ripreso nel corso della puntata.

La Pensione Belvedere è invece Riva Fiorita, in Via Ferdinando Russo, mentre la Villa Pignatelli dove una delle protagoniste è ospite è realmente Villa Pignatelli, oggi omonimo spazio museale.

Non poteva mancare lo storico Caffè Gambrinus, a due passi dalla Regia Questura del Commissario Ricciardi, e a due passi dalla vera Prefettura: dal 1860 il Gran Caffè Gambrinus si trova in Piazza Trieste e Trento e ora come allora possiede un fascino senza tempo.

Bellissima e poetica l’ultima scena, girata sull’Isolotto di Megaride, la punta di Castel dell’Ovo a Napoli, sul mare.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *