INTERNATTUALE

Franceschini: 1 miliardo “subito” per cultura e turismo, e più programmazione in TV

Proseguono le proteste per i cinema e i teatri chiusi, ma nel frattempo il Ministro Dario Franceschini assicura che con questo Cdm il Governo è pronto ad investire “subito” 1 miliardo di euro per aiutare due settori particolarmente in difficoltà, quello della cultura e del turismo: « 1.000 euro per tutti i lavoratori autonomi e intermittenti dello spettacolo, proroga della cassa integrazione e indennità speciali per i settori del turismo – ha detto il Ministro dei Beni Culturali – vengono rifinanziati il Fondo emergenze cinema e spettacolo con 100 milioni di euro, il Fondo emergenze imprese e istituzioni culturali con 50 milioni di euro, oltre 400 milioni di euro verranno indirizzati a un contributo a fondo perduto per le strutture ricettive e gli stabilimenti termali e 400 milioni al Fondo emergenze agenzie di viaggio, tour operator e guide turistiche».

Nel frattempo, come già successo otto mesi fa, Franceschini rinnova il suo appello alle televisioni di rinforzare l’offerta culturale. La risposta da parte di RAI e Sky Italia non è tardata ad arrivare: «Faremo la nostra parte, lo faremo con la consapevolezza che quello tra Rai e cultura è sempre stato e continuerà ad essere un legame inscindibile» ha detto in una nota Marcello Foa, presidente RAI. Gli fa immediatamente eco Maximo Ibarra, amministratore delegato di Sky Italia che dice che la rete “rafforzerà ancora di più il suo impegno per tenere vivo l’interesse sulle opere cinematografiche, teatrali, musicali, in un momento così delicato, che ci costringe a rinunciare alla condivisione nei luoghi pubblici di alcune delle nostre passioni più belle”.

Nel frattempo, su instagram e Tik Tok vi ho suggerito come vedere spettacoli teatrali nonostante il DPCM, e se il covid colpisce anche il prestigioso Teatro San Carlo di Napoli, con 12 artisti infetti, che avrebbe dovuto ospitare ben tre spettacoli di Riccardo Muti, arriva una piattaforma creata da 12 dei più importanti palchi della lirica italiana che si chiama Aperti nonostante tutto, una piattaforma che trasmetterà in streaming una serie di spettacoli ad hoc durante queste settimane di fermo, e che esprime la voglia non soltanto di guardare avanti, ma anche di evitare che questa crisi si tramuti in catastrofe.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *