ARTE

Émile Vernon, l’artista che ha ispirato la copertina di “Mille”

Uno dei tormentoni di questa estate sarà sicuramente Mille, brano dell’inedito trio composto da Fedez, Achille Lauro e Orietta Berti. Un brano allegro, solare, in perfetta linea con la bella stagione ormai alle porte, che fonde rap e trap allo stile un po’ vintage della Berti, con un ritornello che strizza l’occhio ai classici degli anni ’60, citando rossetti rossi e CocaCola.

A mandare in visibilio i social (e Spotify) non è stato soltanto una canzone orecchiabile e fresca che già è nelle nostre playlist estive, ma anche l’insolita cover del pezzo, che ritrae i tre cantanti come le Tre Grazie, nel nome di una fluidità di genere­ molto in voga tra i giovanissimi.

Ma a chi si sono ispirati?

La copertina, opera di Francesco Vezzoli, è una rielaborazione del dipinto Le Tre Grazie dei primi del ‘900 del pittore francese Émile Vernon. L’artista si è formato alla Scuola di Belle Arti di Tours, e si trasferì a Parigi diventando allievo di William Bouguereau e di Auguste Trouphème presso la Scuola di Belle Arti di Parigi.

Il pittore partecipa anche all’Esposizione di Belle Arti di Tours debuttando al Salone degli Artisti francesi, esponendo regolarmente fino al 1923.

La sua opera annovera per lo più ritratti, e alcuni paesaggi, preferendo soggetti floreali e mitologici. Esegue anche alcune pitture murali, come la decorazione del Teatro di Châtellerault, eseguita nel 1889. Tecnica preferita dell’artista è soprattutto l’acquerello. Predilige colori vivaci, allegri e ambientazioni naturali. L’artista scompare a soli 47 anni, regalandoci opere straordinarie che continuano ad ispirarci con il loro brio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *