EVENTI E MOSTRE

“Dante, la visione dell’arte”, ai musei di Forlì dal 1° aprile 2021

Si intitola Dante, la visione dell’arte ed è la nuova mostra ai Musei di San Domenico a Forlì, che rientra nelle celebrazioni dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri. Dal 1° aprile fino al prossimo 11 luglio 2021, sono ben 300 i capolavori selezionati che vanno dal Duecento al Novento: da Giotto a Filippo Lippi, da Lorenzo Lotto a Michelangelo, passando per Tintoretto, fino ad arrivare a Boccioni e Casorati. Sono tanti gli artisti riuniti per l’anniversario del padre della lingua italiana.

Realizzata con la Fondazione Cassa dei risparmi di Forlì e le Gallerie degli Uffizi, sono oltre 50 i preziosi prestiti tra opere, dipinti, sculture e disegni.

Un simbolo di riscatto e rinascita non soltanto del nostro Paese, ma del mondo dell’arte e dello spirito di cultura che rappresenta.

Curata da Antonio Paolucci e Ferdinando Mazzocca, la mostra nasce da un’idea di Eike Schmidt, direttore degli Uffizi, e Giancarlo Brunelli, direttore delle mostre forlivesi della Fondazione.

«In questo periodo – ha sottolineato il direttore Schmidt – è importante ritrovare in Dante non solo un simbolo di unità nazionale ma anche un riferimento culturale comune».

La mostra infatti sarà un’occasione per ripensare al padre della lingua italiana e invita a riflettere sull’importanza che l’opera di dantesca ha rivestito e riveste anche nei nostri tempi.

«Penso di poter dire – ha detto Gianfranco Brunelli – che se c’è un’esposizione davvero completa e davvero nazionale, nell’anno centenario di Dante, quella forlivese si iscrive ad esserlo».

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *