ARTE

Da Roma a Brindisi: il cammino laico lungo la Via Appia

Il cammino più famoso al mondo è senza dubbio quello di Santiago, lungo percorso spirituale che, tra la Francia e la Spagna, conduce sin dal Medioevo i pellegrini all’omonima Cattedrale di Santiago de Compostela.

Ma da oggi anche gli appassionati di archeologia avranno un cammino laico da percorrere. Si tratta della Via Appia, che collega lungo le sue 360 miglia (580 chilometri circa) Roma a Brindisi.

Un progetto del Mibact che intende valorizzare l’antica Regina Viarum che gli antichi definivano Insignis, nobilis, celeberrima, raccontata anche da Goethe durante i suoi soggiorni in Italia e ricca di testimonianze dei fasti dell’epoca romana e di secoli di cammini e pellegrinaggi.

A parlarne dalle pagine dell’ANSA lo scrittore Paolo Rumiz, autore de Il filo infinito, che ha detto: «Appia Regina Viarum – Valorizzazione e messa a sistema del cammino lungo l’antico tracciato romano – e grazie a questo cambiamento, dallo scorso 4 marzo, diventa, prosegue lo scrittore – primo cammino laico al mondo».

È un giorno zero, racconta lo scrittore e giornalista, che di questo interessante progetto è anche uno degli ideatori. Un investimento da 20 milioni di euro complessivi che vede oggi la progettazione definitiva ed esecutiva di questo cammino.

Un progetto non privo di difficoltà materiali e organizzative per poter rendere il cammino effettivamente percorribile. Ad Itri ad esempio, sarà possibile camminare solo su quattro chilometri di basolato romano; lungo la fettuccia di Terracina, invece, l’Appia è stata letteralmente inglobata nel traffico veicolare, ragion per cui si studieranno soluzioni alternative. Una prima ricognizione area ha già individuato le criticità, ma ciò non ha impedito di individuare le 29 tappe che comporranno questo cammino.

Sono tre i grandi gruppi di progettisti per questa prima fase che, fa sapere il Mibact, durerà 210 giorni, al termine dei quali saranno presentati i quattro lotti per le altrettante regioni coinvolte: Lazio, Campania, Basilicata e Puglia.

Tante le iniziative per dare risalto all’iniziativa, come la mostra L’Appia ritrovata in cammino da Roma a Brindisi, al Casale di Santa Maria Nova fino al prossimo 13 settembre: «In un paio di anni – dicono al Mibact – il cammino sarà interamente percorribile».

Per maggiori informazioni:

www.camminodellappia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *