5 film di Marilyn Monroe che devi assolutamente vedere

Marilyn Monroe

5 agosto 1962. Sessant’anni fa esatti moriva (in circostanze ancora misteriose) l’attrice Marilyn Monroe. Mosse i primi passi in film come Eva contro Eva, al fianco di due mostri, Bette Davis e Anne Baxter, poi i primi film che contribuiranno a renderla immediatamente un’icona e la morte un mito senza tempo.

Una vita d’amore e di alcol, di battute dimenticate e ritardi sul set, di matrimoni finiti e frequentazioni importanti come il Presidente degli Stati Uniti Kennedy. Memorabile il suo Happy Birthday Mr. President, così come lo furono alcune uscite pubbliche in evidente stato di ebbrezza.

E allora ecco cinque film assolutamente da vedere per celebrare oggi e non solo questa icona del cinema senza tempo:

Marilyn Monroe A qualcuno piace caldo
Marilyn Monroe, con Tony Curtis e Jack Lemmon in “A qualcuno piace caldo”

A qualcuno piace caldo

Diretta da Billy Wilder, già dietro alla macchina da presa di Sabrina con Audrey Hepburn e Quando la moglie è in vacanza proprio con la Monroe. In queta pellicola del 1959 Marilyn Monroe è la cantante di una piccola orchestra femminile, che s’imbatte in due uomini (Tony Curtis e Jack Lemmon) che si fingono donne per sfuggire a dei malavitosi di Chicago. Una sceneggiatura senza tempo, che appartiene oggi alla memoria storica della collettività, in cui Marilyn interpreta alcuni di quelli che saranno anche classici più noti cantati dalla bionda attrice: da I wanna be loved by you a I’m through with love questi brani sono ancora oggi molto proposti su social come TikTok.

Marilyn Monroe Quando la moglie è in vacanza
Marilyn Monroe in “Quando la moglie è in vacanza”

Quando la moglie è in vacanza

Traduzione non fedelissima di The Seven Year Itch (letteralmente, Il prurito del settimo anno) è il primo film di Billy Wilder con Marilyn Monroe. Girata a colori, questa pellicola del 1955 è nota per una scena diventata un vero e proprio cult citatissimo, quella in cui Marilyn, con uno svolazzante abito bianco, si abbandona all’aria che fuoriesce da una grata della metropolitana. Marilyn Monroe interpreta la procace vicina di casa di Tom Ewell. Sposato e con figli, l’uomo resta a casa per lavoro mentre la moglie va in vacanza con il figlio, scoprendo che l’appartamento sopra il suo è stato preso in affitto da un’attrice e modella di spot pubblicitari, dando origine a turbamenti e situazioni esilaranti.

Marilyn Monroe Come sposare un milionario
Marilyn Monroe in “Come sposare un milionario”

Come sposare un milionario

La protagonista indiscussa di questa pellicola è probabilmente Lauren Bacall, che interpreta una modella povera in canna che desidera a tutti i costi sposare un milionario. Per farlo mette a punto un piano con le sue amiche e colleghe, interpretate da Marilyn Monroe e Betty Grable. Qui Marilyn Monroe dà forse vita ad uno dei suoi personaggi più divertenti, la svampita (e soprattutto miope) Pola Debevoise, che passa il tempo a sbattere contro stipiti e non riconoscere persone perché teme che gli occhiali da vista possano deturpare la sua bellezza. Gag, divertimento e tanto romanticismo sono assicurate in questa commedia diretta da Jean Negulesco.

Marilyn Monroe Gli uomini preferiscono le bionde
Marilyn Monroe in “Gli uomini preferiscono le bionde”

Gli uomini preferiscono le bionde

Anno 1953, Marilyn Monroe recita al fianco di un’altra stella, Jane Russell, in questa commedia musicale ambientata per lo più su di una nave da crociera. È di questo film l’iconica scena in cui la Monroe canta Diamonds Are a Girl’s Best Friend, i diamanti sono i migliori amici delle donne, ballando con un abito rosa confetto circondata da uomini su di una indefinita scenografia completamente rossa. Vi ricorda qualcosa? Sì, questa “iconografia” del cinema sarà ripresa dalla cantante Madonna nel 1985 per il videoclip di Material Girl.

Marilyn Monroe Il principe e la ballerina
Marilyn Monroe e Laurence Olivier in “Il Principe e la Ballerina”

Il principe e la ballerina

In questa pellicola Marilyn recitò con una stella del teatro inglese di prima grandezza, Laurence Olivier, che della pellicola era anche regista. Marilyn è Elsa, ballerina che incontra il principe reggente Carlo alla vigilia dell’incoronazione di Giorgio V. Olivier sperava con questa pellicola di rilanciare la sua carriera ormai in fase calante, mentre Marilyn sperava con questo film di alzare l’asticella dei suoi film recitando al fianco di un attore di straordinario spessore. Il dietro le quinte di questo classico è stato raccontato nel film Marilyn con Michelle Williams del 2012.

Queste sono solo alcune delle pellicole più iconiche girate da Marilyn, spesso riproposte in chiave pop da artisti, cantanti, pittori che le hanno reinterpretate e fatte proprie. Sono oltre 30 i film cui l’attrice ha preso parte. Marilyn infatti sarà celebrata da artisti come Andy Warhol, e perennemente citata anche da registi italiani, come Leonardo Pieraccioni che qualche anno fa girò Io & Marilyn.

Ma la Monroe è anche citatissima sui social, grazie a frasi oggi cult e modernissime. “La notte mi vesto di Chanel n. 5” disse ai giornalisti, lasciando volare la fantasia e facendo di questo profumo un classico, ma anche “Trova qualcuno che ti rovini il rossetto, non il mascara”. La Monroe era un’anima sensibile che ha precorso i tempi, e che con la sua morte è diventata una dea immortale che Hollywood forse non ha saputo proteggere, ma d’altronde Marilyn lo diceva “Hollywood è un posto dove ti pagano mille dollari per un bacio e cinquanta centesimi per la tua anima”.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.