MUSEI

“3M”, la nuova linea a Napoli che collegherà tre musei

Si chiama 3M, come i tre musei che collegherà, ed è la nuova linea su gomma che, dopo tanti anni di disagi e richieste, va a colmare una lacuna dei trasporti per “avvicinare” tre importanti poli museali della città: il Museo di Capodimonte, le Catacombe di San Gennaro e il Museo Archeologico Nazionale di Napoli.

Un mini-bus di recentissima acquisizione girerà, da sabato 12 settembre, tutti i giorni a cominciare dalle ore 7.00 alle ore 20.00, proseguendo per il Corso Amedeo di Savoia, via Santa Teresa degli Scalzi, via Pessina, via Conte di Ruvo, via Costantinopoli, piazza Museo e ritorno verso Capodimonte. Sono ben due le fermate del Museo di Capodimonte, Porta Miano (capolinea) e Porta Piccola, con un’ulteriore fermata intermedia su via Miano.

«L’iniziativa di ANM consolida ancora di più il virtuoso rapporto tra Catacombe, Capodimonte e Mann, nell’ottica della valorizzazione del concetto di profonda interrelazione tra rete culturale e infrastrutture- ha detto il direttore del MANN Paolo Giulierini – Napoli sta trovando applicazioni pratiche virtuose in tal senso a prescindere dal fatto che il soggetto gestore sia Stato, ente locale o privato».

«Finalmente con questo servizio si capirà che la leggendaria lontananza di Capodimonte è solo una mancanza di collegamenti. Capodimonte non è più lontano dal Centro di Napoli che il Louvre del 14°, 16° o 20° arrondissement di Parigi, non è più lontano della National Gallery per i londinesi che vivono a Holland Park, a Notting Hill o Camden town. Semplicemente a Londra e Parigi ci sono gli autobus e la metropolitana. Ringrazio perciò ANM e Comune di Napoli per questo collegamento che unisce i musei, la cultura e quindi rafforza la civiltà della Città» afferma con grande soddisfazione il direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte Sylvain Bellenger che da anni si batte per un’intensificazione del trasporto pubblico locale a beneficio dei visitatori della Reggia e della sua importante collezione, ma anche per i tantissimi fruitori del Real Bosco, ancora più numerosi in questo periodo post Covid.

E c’è grande soddisfazione anche da parte di Padre Loffredo, direttore delle Catacombe di San Gennaro, che aggiunge: «Siamo felici della notizia, il trasporto pubblico urbano è parte dell’esperienza del visitatore che sceglie la nostra città e i luoghi della nostra cultura. È un dovere accogliere al meglio i nostri visitatori e metterli in condizione di raggiungere facilmente la collina di Capodimonte. Questo permette anche una migliore collaborazioni tra le nostre istituzioni culturali».

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *