MUSEI

“3M”, la nuova linea a Napoli che collegherà tre musei

Si chiama 3M, come i tre musei che collegherà, ed è la nuova linea su gomma che, dopo tanti anni di disagi e richieste, va a colmare una lacuna dei trasporti per “avvicinare” tre importanti poli museali della città: il Museo di Capodimonte, le Catacombe di San Gennaro e il Museo Archeologico Nazionale di Napoli.

Un mini-bus di recentissima acquisizione girerà, da sabato 12 settembre, tutti i giorni a cominciare dalle ore 7.00 alle ore 20.00, proseguendo per il Corso Amedeo di Savoia, via Santa Teresa degli Scalzi, via Pessina, via Conte di Ruvo, via Costantinopoli, piazza Museo e ritorno verso Capodimonte. Sono ben due le fermate del Museo di Capodimonte, Porta Miano (capolinea) e Porta Piccola, con un’ulteriore fermata intermedia su via Miano.

«L’iniziativa di ANM consolida ancora di più il virtuoso rapporto tra Catacombe, Capodimonte e Mann, nell’ottica della valorizzazione del concetto di profonda interrelazione tra rete culturale e infrastrutture- ha detto il direttore del MANN Paolo Giulierini – Napoli sta trovando applicazioni pratiche virtuose in tal senso a prescindere dal fatto che il soggetto gestore sia Stato, ente locale o privato».

«Finalmente con questo servizio si capirà che la leggendaria lontananza di Capodimonte è solo una mancanza di collegamenti. Capodimonte non è più lontano dal Centro di Napoli che il Louvre del 14°, 16° o 20° arrondissement di Parigi, non è più lontano della National Gallery per i londinesi che vivono a Holland Park, a Notting Hill o Camden town. Semplicemente a Londra e Parigi ci sono gli autobus e la metropolitana. Ringrazio perciò ANM e Comune di Napoli per questo collegamento che unisce i musei, la cultura e quindi rafforza la civiltà della Città» afferma con grande soddisfazione il direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte Sylvain Bellenger che da anni si batte per un’intensificazione del trasporto pubblico locale a beneficio dei visitatori della Reggia e della sua importante collezione, ma anche per i tantissimi fruitori del Real Bosco, ancora più numerosi in questo periodo post Covid.

E c’è grande soddisfazione anche da parte di Padre Loffredo, direttore delle Catacombe di San Gennaro, che aggiunge: «Siamo felici della notizia, il trasporto pubblico urbano è parte dell’esperienza del visitatore che sceglie la nostra città e i luoghi della nostra cultura. È un dovere accogliere al meglio i nostri visitatori e metterli in condizione di raggiungere facilmente la collina di Capodimonte. Questo permette anche una migliore collaborazioni tra le nostre istituzioni culturali».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *