ARTE

Quanto valgono i musei per l’economia dell’Italia?

Quanto valgono i musei per l’Italia?

A rispondere a questa domanda ci ha pensato una ricerca del Boston Consulting Group per il Mibact, che ha dato quale risultato dati che danno non poco da pensare.

Nel 2018 infatti i musei italiani hanno prodotto circa 27 miliardi di euro, una cifra pari all’1,6% del nostro PIL. Sono ben 117 mila i posti di lavoro, 278 milioni gli utili per un totale di 53 milioni di visitatori annui.

La Cultura prodotto su cui puntare e con cui generare profitti. Una fonte potenzialmente inesauribile che, se ben sostenuta, potrebbe generare altri posti di impiego e, soprattutto, ulteriori guadagni per il nostro Paese: «Investire in cultura e nel nostro patrimonio museale fa bene alle menti, alle anime, ma fa anche molto bene all’economia del Paese» ha detto il Ministro della Cultura Dario Franceschini, autore di una felice riforma che negli ultimi anni ha persino aumentato il numero di visitatori, facendo avvicinare all’arte molte più persone: «C’è ancora un grande lavoro da fare e servono risorse» ha subito aggiunto.

Secondo i dati sono pari al 20% i turisti giunti nel nostro Paese appositamente per visitare i nostri musei. Tra questi sono be 32 i musei statali divenuti autonomi che, nel 2018, hanno attratto circa il 58% dei visitatori, generando circa l’87% dei proventi.

Unica nota un po’ negativa di questa ricerca i proventi dei privati, ancora troppo pochi in termini di investimento. Lo scorso anno infatti sono stati pari ad appena 3 milioni di euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *