Pompei pre-sannitica: scoperta una tomba del IV secolo a.C.

Non solo romani e eruzione del 79 d.C. L’ultima emozionante scoperta nell’antica cittadina romana alle pendici del Vesuvio ci racconta di una Pompei inedita. È stata scoperta infatti una tomba di epoca pre-romana, datata IV secolo avanti Cristo circa, di una donna di età compresa tra i 35 e i 40 anni, sepolta in un insediamento sannitico, tra le prime comunità a popolare l’antica Campania. Con la salma un ricco corredo di ampolle con oli profumati e creme, forse del vino, oggetti che senza dubbio dovevano in qualche modo comporre e ricordare la vita della donna, e che fanno presupporre si tratti di una signora del tempo molto ricca.

A seppellire la tomba, come tutto il resto d’altronde, la nota eruzione del Vesuvio, che coprì l’intera città di Pompei. Tuttavia durante il secondo conflitto mondiale una bomba del 1943 cadendo a poca distanza dalla tomba ne spezza le lastre di marmo, lasciando tuttavia intatta la salma e il suo corredo il cui rinvenimento è firmato Italia e Francia.

L’importante scoperta è stata presentata dalla delegazione di studiosi del Centre Jean Be’rard di Napoli e il Soprintendente di Pompei, Ercolano e Stabia, Massimo Osanna. Il centro infatti collabora con la Soprintendenza da oltre dieci anni, secondo un programma basato su Artigianato ed Economia a Pompei.

Questo rinvenimento è la chiara dimostrazione di quanto Pompei possa essere una inesauribile fonte di sorprese, a dispetto del fatto che gli Scavi, dai Borbone in poi, vanno avanti da oltre due secoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *