Mindfulness, come trovare la felicità con un bel respiro

Chi legge il mio blog, sa ormai che io sono una sorta di Elizabeth Gilberth, che perennemente ripete a se stesso un unico matra: mangia, prega, ama. È in questi tre elementi che si nasconde il benessere psicofisico e la bellezza della vita, ed è per questo motivo che, ogni giorno, bisogna impegnarsi per cambiare la propria forma mentis e avere un atteggiamento più positivo e propositivo verso il futuro, godendo del buon cibo, pregando, e amando.  

Se guardare alle soluzioni senza concentrarsi sui problemi potrebbe essere già un gran bel passo avanti, bisogna allenare la propria mente e il proprio spirito, selezionando i nostri pensieri e circondandoci di persone estremamente positive. 

Può sembrare sciocco o banale scriverlo, ma circondarsi di figure negative, che parlano solo di problemi o hanno verso di noi atteggiamenti ambigui, non fa che alimentare il nostro stress, la capacità di aprirci completamente al mondo, essere veramente liberi e felici. 

È per questo motivo che a mano a mano ho sfrondato un po’ di rami secchi (leggere questo link per credere) e da qualche anno mi dedico solo ad essere felice. Certo, non lo sono tutto il giorno tutti i giorni, ho anche io le mie lune storte e giornate no, ma in generale cerco sempre di far vincere le sensazioni belle e dominare invece quelle che generano infelicità, tristezza e rabbia al mio stato d’animo. 

È per questo motivo che qui, sul mio blog, troverete prevalentemente argomenti d’arte, di mostre, di quel lifestyle e godersi la vita mai intesa come lusso materiale o esclusivo, ma come ispirazione alla portata di tutti. Sì, perché esistono alcune cose come mostre, eventi, cinema, libri che sono, o sarebbero, alla portata di tutti, eppure non tutti vanno a visitarle, vi partecipano, vanno a vederli o li leggono. E se qualcuno può sentirsi ispirato da questo mio sito, e seguirmi anche sui social, ben venga. Sono qui per condividere e parlare di cose belle. 

Fatta questa doverosa filippica, oggi voglio parlarvi di 3 Minute Mindfulness3 Minuti di Consapevolezza. Si tratta di un’app, disponibile per iOS, che come un personal trainer giorno per giorno ci aiuta ad allenare la nostra mente. Una volta installata, quest’app (che prevede anche una versione a pagamento, ma al momento sto utilizzando quella free) vi consente di impostarla a seconda dei vostri impegni, e durante la giornata vi invierà delle notifiche che vi ricorderanno di “fare un bel respiro e sorridere” (letteralmente fare un respiro profondo, take a deep breathe in and smile). Un’altra sciocchezza, penserete di primo acchito. E invece è fondamentale prendersi durante il giorno delle pause per apprezzare le piccole cose: un traguardo al lavoro, un giorno di sole, il sorriso di un bambino o un gatto che fa le fusa. È importante fermarsi per qualche minuto, respirare profondamente, e sorridere al mondo che ci circonda. 

L’app prevede dei programmi di meditazione, respirazione, consapevolezza. Al suo interno ci sono anche dei brani strumentali per immergervi totalmente in queste pratiche quotidiane, che vi aiuteranno persino a dormire meglio. 

Bastano pochi minuti per ridurre il proprio stato di stress, per ritrovare la positività e per guardare al mondo con occhi nuovi. Non si tratta di fantascienza, né della bacchetta magica di Harry Potter, ma di una maggiore consapevolezza delle piccole e grandi fortune che spesso diamo per scontato. È un modo per dimostrare la propria gratitudine e gridare silenziosamente al mondo di essere pronti per le cose belle che ancora devono venire. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *