EVENTI E MOSTRE

Impressionisti Segreti, mostra-evento a Palazzo Bonaparte a Roma

È un evento nell’evento, quello di Arthemisia a Roma. Non solo perché ieri è stata inaugurata una delle mostre dell’anno, Impressionisti Segreti, ma anche, e forse per la prima volta soprattutto, perché questa importante esposizione è stata allestita all’interno di un edificio, Palazzo Bonaparte nel cuore della Capitale, che è stato finalmente restituito al pubblico dopo una lunga opera di restauro.

Palazzo Bonaparte – Piazza Venezia, Roma

Noto a Roma per l’iconica veranda verde che dà proprio su Piazza Venezia, l’immobile fa oggi parte dello spazio Generali Valore Cultura, che ne ha finanziato il restauro.

Il Palazzo è stato abitato fino al 1836 da Maria Letizia Ramolino, madre di Napoleone, da cui il palazzo prende oggi il nome. Utilizzato per lo più come residenza privata, torna oggi al pubblico grazie a questa straordinaria sinergia che vede Generali e il Gruppo Arthemisia impegnati nella realizzazione di importanti progetti d’arte come questo.

Impressionisti Segreti, dal 6 ottobre fino al prossimo 8 marzo 2020, diventa così un’occasione unica, una vera e propria esperienza nel mondo dell’arte e dell’architettura. All’interno delle sale dell’edificio barocco, trovano posto opere immortali di autori quali Monet, Renoir, Cézanne, Pissarro, Gauguin. Ma non si tratta delle opere più note, esposte normalmente nelle sale museali, ma di dipinti intimi, che ci danno modo di scoprire aspetti inediti di questi autori, custoditi all’interno di preziose collezioni privati.

E sono ben due le esperte che curano questa importante esposizione: Marianne Mathieu, direttrice scientifica del Musée Marmottan Monet di Parigi – sede delle più ricche collezioni al mondo di Claude Monet, e Claire Durand-Ruel, discendente di Paul Durand-Ruel, colui che ridefinì il ruolo del mercante d’arte e primo sostenitore degli impressionisti.

Impressionisti Segreti vanta e gode del patrocinio del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, dell’Ambasciata di Francia in Italia e della Regione Lazio. Ed è realizzata in collaborazione con l’Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali di Roma Capitale, ed è sostenuta da Generali Italia attraverso Valore Cultura, programma che si propone (con successo) di rendere l’arte e cultura accessibili a un pubblico sempre più ampio.

Da quest’anno, con la mostra Chagall – Sogno d’Amore, alla Basilica della Pietrasanta a Napoli fino allo scorso 8 settembre, Arthemisia, in collaborazione con Susan G. Komen Italia, ha realizzato il progetto L’Arte della solidarietà, progetto che vuole portare bellezza anche nelle vite delle persone meno fortunate, e delle donne in special modo.

Ottanta opere divise per sezioni tematiche, che riassumono temi cari all’impressionismo, come il paesaggio, raccontato con verità e luce; la vita parigina, gli usi, i costumi, la moda del tempo; Renoir e le sue figure. Al contrario di altri artisti, Renoir ha sempre dato importanza alle figure, relegando il paesaggio in secondo piano. Infine il Neoimpressionismo. Il 1886 è l’anno in cui termina l’Impressionismo s i fa strada una nuova generazione di artisti, che mutueranno dall’impressionismo le tematiche legate alla vita quotidiana, il modo di utilizzare il colore e la luce.

Impressionisti Segreti è un regalo che ogni amante dell’arte dovrebbe farsi, per rivivere la magia di una corrente artistica che continua ad affascinarci con il racconto di una vita senza tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *