Canova da record: 300.000 visitatori e una nuova mostra sul neoclassicismo al MANN

Era una delle mostre più attese dell’anno, e alla fine non ha tradito le aspettative. Canova e l’Antico, al Museo Archeologico Nazionale di Napoli fino al 30 giugno, ha superato la soglia dei 300.000 visitatori.

Promossa insieme al Museo Statele Ermitage di San Pietrobrugo e con la collaborazione di Ermitage Italia, e organizzata insieme a Villaggio Globale International, Canova e l’Antico aveva raccolto ben 110 capolavori del Maestro di Possagno, portando all’interno delle sale dell’Archeologico opere immortali come le Tre Grazie, Amore e Psiche stanti e molte altre. Un successo di pubblico sì, ma anche di critica, che ne ha particolarmente apprezzato il raffronto con modelli classici e l’allestimento che ben enfatizzava le opere contestualizzandole nei saloni del museo napoletano.

Un successo che ripaga il lavoro del Direttore, Paolo Giulierini, che ha trasformato il concetto di archeologia, con dialoghi con l’arte contemporanea, installazioni e, addirittura, al fumetto.

Paolo Giulierini, con l’Ambasciatore d’Italia in Danimarca, Luigi Ferrari

Alla fine del 2020 ci sarà un ideale passaggio di testimone con una nuova mostra dedicata al neoclassicismo. Ad annunciarlo è proprio il Direttore del Museo, Paolo Giulierini, che in questi giorni gli amici di facebook hanno potuto vedere in missione a Copenaghen: «Nel novembre del 2020, in virtù dei recenti accordi con il Museo Thorvaldsen di Copenaghen,  il MANN ospiterà una importante mostra  dedicata all’artista danese che visse e lavorò a  Roma, dopo un breve passaggio per Napoli,  ispirato dalle  antichità  classiche e da Canova – ha così commentato il Direttore – Mentre salutiamo i capolavori di Canova tracciando l’entusiasmante bilancio di una mostra che resterà nella storia recente della città, annunciamo come in un simbolico passaggio di consegne la prossima esposizione dedicata al Neoclassicismo».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *